Tourist help

Montepulciano e dintorni

La Falconara risiede nel comune di Montepulciano (SI), una cittadina di origine etrusche che ha vissuto il suo periodo di massimo splendore in epoca medioevale e rinascimentale.



Il lucumone etrusco Porsenna, dopo la cacciata di Tarquinio il Superbo da Roma nel 319 a.c., fondò la città di Montepulciano. Il Medioevo e successivamente il Rinascimento, più il secondo che il primo, molto presente a Montepulciano, nel loro passaggio, non hanno lasciato molte tracce di insediamenti etrusco-romani... Dal settimo secolo in poi, questa cittadina entra nella storia in maniera chiara e costante, nella storia della Provincia di Siena, naturalmente. Opere di importanti storici italiani e stranieri ne parlano sovente.

Essendo le vicine Chiusi e Cortona altre importanti "sedi" (lucumonie) etrusche, nei dintorni di Montepulciano e altrove in provincia, abbondano le loro tombe, le loro mura, e i musei dedicati interamente alla loro cultura ed artigianato (Chiusi e Volterra). E un po' più lontano, a Saturnia e Tarquinia, i reperti archeologici sono molti e di notevole importanza (ad esempio, le necropoli).


È una città elegante, non vi è dubbio, geograficamente e strategicamente ben posizionata: a un'ora o poco più da Siena, Orvieto e Perugia, quindi anche da Assisi o Todi, e un po' meno da Arezzo, e ovviamente molto più vicina a Pienza, San Quirico e Montalcino, ossia dalla Val d'Orcia. Nell'altra direzione, è vicina a Lucignano e Cortona, e poi Città della Pieve, e al Lago Trasimeno. Senza contare le tante abazie e pievi, e gli importanti monasteri. Per ulteriori informazioni, prego visitare il sito www.comune.montepulciano.siena.it.




Piccoli teatri e meno piccoli, quello Poliziano del settecento è forse il più importante. Poi la Fortezza, facente parte del Castellum Politianum 715 e altri come il più recente ai Macelli Pubblici, aperti quasi tutto l'anno per presentare settimane di concerti, teatro, cinema d'essai e spettacoli, tra i quali spicca il Cantiere d'Arte di Musica e Teatro nella prima o seconda metà di luglio.


Tra le chiese e monumenti principali di Montepulciano:

  • piazza Grande dove si affacciano il Duomo (1592-1630), con il notevole trittico di Taddeo di Bartolo (1401), il Palazzo Comunale (XV secolo) e Palazzo Tarugi (XVI secolo);
  • il Tempio di San Biagio (1528-1534) opera di Antonio da Sangallo il Giovane;
  • Palazzo Buccelli, con la facciata decorata con urne funerarie e rilievi etruschi;
  • il Teatro Poliziano, tipico esempio di "teatro all'italiana";
  • la chiesa di Sant'Agostino, opera di Michelozzo del 1427.

I primi documenti che provano la coltivazione della vite risalgono alla fine del secolo settimo. I vini di Montepulciano, incominciando dal suo Vino Nobile di Montepulciano, da secoli hanno accompagnato la buona tavola fiorentina e vaticana, e oggi è considerato tra i primi 5 vini d'Italia. Il Redi, medico e poeta aretino, scrisse nel 1685 la frase che passò alla storia: "Montepulciano d'ogni vino è re". Per non parlare del finissimo e profumato Olio d'Oliva Extra Vergine proveniente dai tanti oliveti che si trovano sulle colline del Comune. 

P.IVA 00946360526 Mozart